770/2012 Ordinario e Semplificato, entrambi in versione definitiva

Specifiche causali per la gestione degli interessi corrisposti a soggetti residenti nell'Ue e abbattimento della base imponibile, per i lavoratori che rientrano in Italia.

Sono solo due delle numerose novità che trovano spazio, rispettivamente, nei modelli 770 Ordinario e Semplificato approvati con due provvedimenti del direttore dell'Agenzia del 16 gennaio, rispettivamente il n. 2518/2012 e il n. 189451/2012.

770/2012 Ordinario
Si segnalano, nel quadro SF, le specifiche causali che consentono la gestione degli interessi corrisposti da soggetti fiscalmente residenti in Italia, ai non residenti, alla luce delle recenti modifiche introdotte dal legislatore (articolo 23, commi 1-4, Dl 98/2011).

Il quadro SL, inoltre, è arricchito da due sezioni per le nuove ritenute e imposte sostitutive introdotte con la riforma dei fondi comuni di investimento immobiliare (articolo 32 del Dl 78/2010).

Infine, il regime fiscale applicabile ai titoli di società di cartolarizzazione, che vede la trasformazione del quadro SP per segnalare le diverse aliquote dell'imposta (risoluzione n. 53/2011).

770/2012 Semplificato
Fra le numerose novità che entrano a far parte del modello, in primo luogo, il premio per le lavoratrici e i lavoratori rientrati in Italia dopo un'esperienza professionale estera, che consiste nell'abbattimento, rispettivamente dell'80% e del 70%, della base imponibile.

Si fa largo, inoltre, il differimento di 17 punti percentuali dell'acconto dell'Irpef dovuto per il periodo d'imposta 2011 (la cui gestione confluirà nel prospetto SX).

Altra novità di spicco è il contributo di solidarietà, introdotto dalla manovra di Ferragosto, un prelievo del 3% sulle somme che superano i 300mila euro annui lordi.

Il modello recepisce anche le modifiche apportate al regime di tassazione di bonus e stock option per il settore finanziario dal Dl 98/2011, che ha ampliato la base imponibile cui applicare il prelievo addizionale del 10%.

Trova posto, inoltre, la diversa modalità del trattamento fiscale delle somme superiori al milione di euro erogate alla cessazione del rapporto di lavoro, soggette a tassazione ordinaria.

E ancora, per i lavoratori di prima occupazione cessati nel 2012, la possibilità di utilizzare la quota di contributi di previdenza complementare maturata nel primo quinquennio di iscrizione e non dedotta.

Infine, la sospensione degli adempimenti tributari per i contribuenti che risiedono a Lampedusa e Linosa, la possibilità di fruire della detrazione del 100% per i figli a carico in caso di separazione e la gestione dei canoni di locazione dell'Aquila tassati con la sostitutiva del 20 per cento.

Tag:

Pubblicità