Equitalia apre lo sportello virtuale

 L'estratto conto online di Equitalia diventa accessibile anche agli intermediari abilitati. Grazie a una apposita delega conferita dai propri clienti i professionisti abilitati ai servizi telematici dell'agenzia delle entrate potranno infatti consultare l'estratto conto dei loro clienti fornendo agli stessi un ulteriore e più immediato servizio.

La nuova modalità di accesso si inserisce nel quadro del potenziamento dei servizi messi a disposizione da Equitalia ai cittadini ed in particolare punta ad ampliare l'operatività online quale ulteriore nuovo canale di contatto che va ad aggiungersi alla rete di sportelli presenti sul territorio nazionale. Accedendo all'estratto conto telematico dei propri clienti i professionisti avranno così la possibilità di verificare la presenza o meno di cartelle esattoriali, le eventuali sospensioni concesse e le rateazioni in corso. Allo stesso modo sarà possibile richiedere informazioni, ricevere assistenza via web, calcolare il piano di rateazione di un debito a ruolo ed effettuare dei pagamenti. Più che una finestra web la nuova sezione del sito internet di Equitalia si avvicina sempre più ad uno sportello virtuale costantemente attivo.  Il comunicato stampa diffuso nel pomeriggio di ieri da«Equitalia Spa per informare della importante novità contiene anche le prime indicazioni sull'utilizzo del servizio «estratto conto» attivo ormai da circa un anno. I contribuenti che hanno verificato tramite internet la propria posizione, si legge infatti nel comunicato stampa, «... sono stati 1,4 milioni, con punte di 16 mila contatti giornalieri». Il nuovo sistema delle deleghe ai professionisti abilitati dovrebbe senz'altro far crescere il numero degli utenti abilitati e dei contatti. Le operazioni da compiere sono infatti piuttosto delicate e richiedono competenze specifiche che ben difficilmente i contribuenti possiedono. La nuova modalità di accesso tramite il proprio professionista di fiducia dovrebbe quindi implementare notevolmente l'utilizzo dell'estratto conto on line di Equitalia che comunque, visti i dati sopra ricordati, ha già avuto un buon successo. Dal punto di vista tecnico l'attivazione della delega al professionista di fiducia è estremamente semplice. Il contribuente infatti dopo aver effettuato l'accesso al proprio estratto conto attraverso il menù servizi web del sito internet di Equitalia, deve attivare la funzione «deleghe» presente da ieri sul lato destro della schermata. A questo punto il sistema richiede l'immissione del codice fiscale dell'intermediario abilitato al quale il contribuente intende conferire la delega all'accesso al proprio estratto conto. Ogni contribuente può conferire al massimo due deleghe a professionisti distinti. La delega, una volta attivata, ha una validità temporale di 24 mesi (due anni), si rinnova tacitamente per un periodo di pari durata alla sua naturale scadenza e può essere revocata dal contribuente in qualsiasi momento.  Una volta che la delega è stata conferita il professionista abilitato potrà accedere all'estratto conto on line del cliente. Prima però dovrà leggere ed accettare espressamente il regolamento del servizio che appare nel menù di servizio del sito internet. L'adesione al servizio da parte dell'intermediario abilitato si perfeziona solamente con la stampa delle condizioni generali di adesione al servizio e con la sottoscrizione delle stesse.  La copia sottoscritta del regolamento dovrà essere conservata agli atti dell'intermediario ai fini di eventuali controlli da parte di Equitalia. L'adesione dell'intermediario al servizio di consultazione on line degli estratti conto dei clienti ha una validità di quattro anni e verrà automaticamente prorogata per uno stesso periodo, salvo disdetta da parte dell'intermediario stesso. L'intermediario abilitato potrà recedere dal servizio di consultazione internet degli estratti conto dei propri assistiti in ogni momento. Il suo recesso determinerà però la contestuale cancellazione di tutte le deleghe conferitegli dai propri clienti.  Una volta che l'intermediario ha aderito al regolamento potrà consultare le informazioni dei propri clienti che lo hanno delegato in merito alle cartelle esattoriali e al loro pagamento nonché ai dati relativi ai provvedimenti inerenti i ruoli emessi dagli enti creditori del cliente assistito.  Il servizio che Equitalia mette a disposizione degli intermediari è completamente gratuito e non comporta la corresponsione di alcun onere.  In presenza di violazioni alle clausole del regolamento da parte dell'intermediario Equitalia può revocare l'autorizzazione concessa. Grazie a questo nuova funzione i professionisti dispongono di uno strumento in più per fornire assistenza e consulenza ai propri clienti in ordine alle diverse problematiche che si presentano in relazione alle cartelle di pagamento ed alle iscrizioni a ruolo.

Fonte: Italia Oggi Numero 210  pag. 21 del 4/9/2010