Frodi, pagano in due

Rischia una condanna penale il commercialista che, insieme al cliente, emette fatture false. È quanto sancito dalla suprema corte di cassazione che, con la sentenza n. 35453 del 1° ottobre 2010, ha confermato la condanna a oltre un anno di reclusione nei confronti di una commercialista e di suo marito, anche suo cliente, perché avevano emesso una serie di fatture false (con una cosiddetta cartiera) per permettere a un terzo di dedurre illecitamente le imposte.

Ma non basta. Da questa interessante sentenze emerge inoltre che l'emissione di fatture false, anche se sono più di una ma relative allo stesso periodo di imposta, è sempre un solo reato. 

Fonte: Italia Oggi

 

Pubblicità